"Q U A T T R O" PROJECT

 


Il progetto di questo giradischi è il risultato di circa un decennio di sperimentazione volta a creare il migliore e più versatile giradischi presente in commercio nella fascia di prezzo in cui è posizionato, ma l'ambizione era quella di produrre una macchina che potesse competere con i concorrenti di costo triplo. Posso affermare con ragionevole certezza che l'obiettivo è stato centrato. 

La passione che anima questo progetto e i mezzi che il nostro webshop vintage audioantiquary.com ci ha messo a disposizione hanno consentito il raffronto diretto con le migliori produzioni di sempre, Nel dettaglio i termini di paragone usati sono stati: Luxman PD444-555, Sony PSX9, Kenwood L07d, Exclusive P3, Bergmann Sindre, Goldmund Studio e Studietto con T3F e T5, Micro Seiki RX, DDX, SX, DQX, BL series, JVC Victor TT101, EMT 930-950, Thorens TD124, Garrard 301, TW-Acustic Raven AC, Michell Orbe e molti altri.

Lo sviluppo è poi stato messo a punto con decine di accoppiamenti bracci-tesine diversi per valutare la maggior parte delle combinazioni possibili. 

Il  q  u  a  t  t  r  o  è stato oggetto di diversi steps evolutivi prima di arrivare alla definitiva configurazione attuale, steps che comprendono la scelta dei materiali per ogni componente del giradischi, il sistema perno boccola, le sospensioni, il sistema di fissaggio-regolazione dei bracci e ognuno di questi passaggi è stato oggetto di approfonditi test di ascolto. 

E' importante comprendere che questa macchina non nasce inizialmente a scopo commerciale bensì come studio personale. Solo successivamente quando ci si è resi conto delle potenzialità abbiamo deciso di approntare una versione adatta ad essere commercializzata.  

Il  q  u  a  t  t  r  o  è completamente "made in Italy" in ogni sua parte tranne per ovvie ragioni il motore AC sincrono realizzato comunque in Europa. 

Ogni particolare è stato studiato nei minimi dettagli, dalle parti più determinanti sino alle viti di fissaggio che sono tutte in acciaio inox alcune realizzate appositamente. Non esistono materiali magnetici tranne gli anelli di sospensione che sono comunque annegati nell'acciaio della boccola e del perno quindi il flusso è canalizzato assialmente. 

Per fare un esempio prima di decidere quale tipo di lubrificante dovesse "riempire" i due centesimi di tolleranza tra perno e boccola ne sono stati testati 7 diversi tipi con costi che nella versione definitiva (Fomblin D40) raggiungono cifre a tre zeri al kg. 

Il Fomblin nella variante utilizzata ha la capacità di creare un velo permanente di lubrificante sulle parti in movimento, si pensi che uno dei test di sviluppo fu quello di impiegarlo nella lubrificazione del motore di un automezzo, svuotarne poi la coppa e facendo percorrere migliaia di km a secco sfruttando solo il velo creatosi senza alcun tipo di danno ! 

La scheda di controllo della rotazione del motore impiega oltre 200 componenti SMD ed ha una precisione di circa dieci volte maggiore della prima versione impiegata. E' inoltre molto compatta e questo ha permesso di inserirla in un unico chassis assieme al trasformatore toroidale di alimentazione e al motore stesso. 

Il motore ha un triplo disaccoppiamento dal contenitore mediante un telaio in acciaio inox e una base in ferro per dare maggiore stabilità, doppi inserti in PTFE e una coppia di smorzatori in gomma che premono sul coperchio principale del contenitore quando questo viene serrato.

Lo chassis che contiene il gruppo motore-alimentazione e servocontrollo è realizzato per fresatura partendo da un blocco di alluminio pertanto nessuna vite è a vista, la parte in prossimità del telaio de piatto ne segue la medesima curvatura. Il blocco poggia su quattro spike in acciaio inox regolabili in altezza per una perfetta messa in piano. 

La trazione a tripla cinghia in silicone si è dimostrata la soluzione migliore, ma ottimi risultati sono stati ottenuti anche con un singolo filo in kevlar. 

Possono essere installati fino a quattro bracci. Le basi intercambiabili, dello stesso materiale e spessore del telaio, sono disponibili praticamente per ogni braccio in commercio. I perni su cui vengono fissate le basi sono torniti da una barra piena di ottone e successivamente rifiniti con una tripla rodiatura. Abbiamo scelto il rodio, trattamento costoso solitamente riservato ai connettori di altissimo livello per via della durezza superficiale. Potrete sostituire e serrare con forza le basi dei bracci per tutta la vita del giradischi senza che i perni subiscano alcun degrado.

L'ultima parte in ordine di tempo su cui ci siamo concentrati è il sistema di accoppiamento disco-piatto.

Abbiamo scartato i sistemi di clamp a gravità in quanto essendo la levitazione magnetica perfettamente calibrata ne avrebbe condizionato l'uso. Abbiamo pertanto progettato un sistema innovativo che consente con un peso irrisorio un accoppiamento stabile. Per la prima volta in assoluto viene impiegato un perno di forma conica rastremata in abbinamento a una boccola in acciaio inox che alloggia tre sfere che mediante una molla calibrata e un pulsante di blocco/sblocco mantengono una pressione costante sul perno. Il modo di uso è intuitivo e immediato e non richiede scomodi avvitamenti svitamenti. Stiamo valutandone la richiesta di brevetto. 

Siamo estremamente orgogliosi di questo primo progetto che ha avuto una gestazione molto lunga ma che ha consentito di creare un prodotto che, ne siamo certi, renderà felici gli appasionati dell'analogico.

 

Mostra le altre sottocategorie

 


"Q U A T T R O"

Codice prodotto: TT0039.5

3.590,00 IVA inclusa

"Q   U   A   T   T   R   O"

MODULAR TURNTABLE PROJECT

Disponibilità:
Spedizione il: 17 Dic 2019
 

 


"Q U A T T R O" DQC

Codice prodotto: TT0044

3.490,00 IVA inclusa

"Q   U   A   T   T   R   O" DQC

DIGITAL POWER UNIT

Disponibilità:
Spedizione il: 17 Dic 2019
 

 


"Q U A T T R O" CRB FRAME

Codice prodotto: TT0048
Marca: AUDIOGEARS

3.500,00 IVA inclusa

"Q   U   A   T   T   R   O"

CARBON FRAME

Disponibilità:
Spedizione il: 17 Dic 2019